Esercito in città? La polizia risponde “ni”

Il segretario del SIULP apre all'ipotesi per "esasperazione e sfinimento"

Storicamente ostili all’impiego dell’esercio in città, le forze dell’ordine cominciano a mostrare qualche cedimento. Non che abbiano cambiato idea: sono semplicemente esasperate dall’ormai cronica carenza di organico. Il segretario del SIULP Varese Paolo Macchi lo dice chiaro: “In attesa di vedere finalmente rimpolpati i nostri commissariati, preferisco i soldati professionisti ai pensionati in pettorina”

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.