fbpx

Ex Conceria Fraschini, urgenza ambientale

Appello del Movimento Cinque Stelle ai Comuni di Brenta e Cittiglio: "Le risorse sono state stanziate, usatele al meglio per garantire la salute pubblica"

Quello dell’ex Conceria Fraschini di Brenta-Cittiglio è un nodo che da troppi anni attende di essere sciolto. Ne è convinto il Movimento 5 Stelle, che in una nota denuncia il prolungamento dei tempi e il ritardo di una normalizzazione non più rimandabile. Dismessa ormai da parecchi anni, ricordano i vertici regionali pentastellati, l’area industriale continua a rappresentare una minaccia per la salute pubblica, specie per i corsi d’acqua che la sforano: il Boesio e il Serpillo. Regione Lombardia ha già stanziato 50 mila euro per interventi di bonifica, ma il piano di caratterizzazione non è stato ancora completato. Da qui l’appello di Roberto Cenci e Monica Forte: “Ai Comuni il compito di accelerare i tempi e predisporre gli interventi necessari per tutelare la sicurezza dei cittadini”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.