Il nuovo Piantone, dedicato alle vittime del Covid

Si stanno concludendo, nel centro di Varese, i lavori di piantumazione del nuovo albero-simbolo della città giardino. Si tratta di un Ginkgo biloba, emblema di speranza

Il vuoto è stato colmato. E tra qualche anno, la maestosità del compianto Cedro del Libano, punto di riferimento della città di Varese e degli appuntamenti in centro, verrà sostituita dalla potenza estetica e storica di un vero e proprio prodigio della Natura.

Il nuovo Piantone, messo a dimora questa mattina, all’angolo tra via Veratti e via Del Cairo, dalle ditte che gestiscono il verde pubblico per conto del Comune, è destinato a raggiungere i 30 metri di altezza.

Si tratta di un giovane esemplare di Ginkgo Biloba, uno degli alberi più antichi del Mondo (gli esperti, tra i cui l’agronomo Franco Vanoni, lo individuano sul pianeta a partire da 250 milioni di anni fa).

Si tratta, soprattutto, di una pianta dai buoni auspici. Il popolo giapponese lo considera un magnifico simbolo di vita, poiché fu proprio un Ginkgo, distante poche centinaia di metri dal punto in cui esplose la bomba di Hiroshima, a sopravvivere al disastro, tornando a fiorire pochi mesi dopo la tragedia.

“Abbiamo deciso di dedicare questa nuova pianta alle vittime di Covid – spiega il sindaco, Davide Galimberti – Un simbolo di speranza, in attesa di un futuro che tornerà a regalarci fiori e frutti”.

“Con questo albero – aggiunge l’assessore al Verde Dino De Simone – proseguiamo nell’obiettivo di giungere a una completa riforestazione urbana“.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.