Orto e siccità, il decalogo anti spreco

Da Coldiretti un elenco di consigli utili per valorizzare prodotti casalinghi e piante da balcone: dal riciclo dell'acqua di cottura all'utilizzo di ombreggianti, al sollevamento dei vasi

Che la siccità morda e spaventi e che gli sporadici scrosci di pioggia non possano granché, di fronte a una sete generalizzata che sta costando caro a laghi, fiumi e agricoltura, è cosa nota.

Nei giorni scorsi la varesina Coldiretti tornava sul tema per snocciolare dati e difficoltà di un settore, quello degli allevatori, che vedono impennarsi le spese e crollare gli introiti.

Oggi l’associazione guidata da Fernando Fiori torna sulla questione, traducendo il problema in un decalogo di buoni consigli, utili combinare l’orto di casa con le pratiche anti spreco.

Ed ecco, in sintesi, i 10 consigli:

  1. Riciclare l’acqua di cottura della pasta per innaffiare e concimare il terreno.
  2. Raccogliere con bacinelle l’acqua durante la doccia (senza sapone) e utilizzarla per bagnare le piante
  3. Utilizzare sottovasi per raccogliere l’acqua dopo aver bagnato le piante ed utilizzarla per bagnare altre piante
  4. Coprire la terra dei vasi con la paglia per mantenere l’umidità
  5. Utilizzare appositi gel trattieni acqua per il lento rilascio
  6. Sollevare i vasi da terra, soprattutto su terrazze e balconi con tappi di bottiglia o polistirolo per ridurre la trasmissione del caldo dalla pavimentazione.
  7. Costruire sistemi di irrigazione a goccia fai da te con bottiglie o coni di ceramica
  8. Innaffiare la sera per non impedire che l’acqua, viste le temperature elevate, evapori nelle ore più calde.
  9. Fare attenzione alle necessità di esposizione delle piante (sole, ombra, ecc.), se possibile spostare i vasi dai balconi e dalle terrazze esposti a sud a quelli esposti a nord
  10. Utilizzare ombreggianti nelle ore più calde.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.