Rifiuti intelligenti, Coinger avvia il nuovo corso

Presentata l'introduzione, da Settembre, della tariffa puntuale. Tra le novità, raccolta porta a porta di indumenti, pannolini e pannoloni, distributori automatici di sacchi e bidoncini di ultima generazione. Aziende esecutrici, Econord e Iseda. Ginelli: "Pronti ad accogliere altri Comuni". Taricco: "Parole d'ordine, efficienza ed equità"

Tariffa puntuale dal 1 Settembre, nel segno di una gestione rifiuti più equa e sostenibile, che costi di più a chi inquina e meno a chi riduce gli sprechi. Raccolta porta a porta di abiti usati, nonché di rifiuti igienico-sanitari come pannolini e pannoloni. Distributori automatici di sacchi, ampliamento dei servizi disponibili in piazzole e piattaforme.

Sono solo alcune delle tante novità targate Coinger, società cui fanno capo 22 Comuni del varesotto, per 50 mila utenze e 100 mila abitanti.

Inizialmente la nuova tariffa sarà di carattere sperimentale, ma dal 2023 entrerà in funzione stabilmente con gli eventuali accorgimenti del caso.

Presentato a Solbiate Arno, il nuovo corso di Coinger vede il ruolo attivo di Econord e Iseda, esecutori della raccolta grazie a un appalto da 55 milioni di euro per 7 anni di accordo.

Produttore dei bidoncini, la siciliana EcoPlast, che insiste sulla qualità dei materiali, la loro resistenza e l’eleganza dei contenitori. Perché, precisa Angelo Tudisco, i mastelli della raccolta non sono più oggetti da tenere a distanza, ma componenti dell’arredamento di casa che all’utilità pratica devono affiancare un valore estetico.

In chiusura, il presidente Giorgio Ginelli non esclude l’imminente ingresso nella galassia Coinger di nuovi comuni e attribuisce l’uscita di scena di alcune amministrazioni alle geometrie variabili della politica, non giustificate da svolte di cui, sentenzia, fatichiamo a percepire i vantaggi.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.