Rivolta, pioniere dell’architettura a km zero

Protagonista di una serata al Multisala Impero, l'architetto varesino si è soffermato sulla lunga esperienza in ambito "green", insistendo sul valore e l'importanza della filiera

Metti una sera al cinema, con parenti e amici, colleghi e fornitori, istituzioni e sì, anche giornalisti, curiosi di capire cosa ci faccia al Multisala Impero di Varese un pool di architetti che hanno fatto della bioedilizia la propria stella polare, non da oggi, ma da oltre 20 anni.

A rispondere è Mauro Rivolta, fondatore di uno studio (EcoArch) immerso nel cuore della città e impegnato, insieme a una squadra di giovani professionisti, sul fronte della sostenibilità culturale.

Si, perché se è vero che la serata in questione conferma l’apertura del Miv a un’attività che va oltre la cinematografia per immergersi nel tessuto economico e culturale del capoluogo, è altrettanto vero che il documentario dedicato (da Isplora) allo studio riconosce e attesta lo spirito pionieristico di professionisti varesini che in tempi ben diversi da quelli attuali hanno compreso l’importanza di un la ricercatezza legata all’ambiente e al valore della filiera.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.