Chiara chiama i Giovani. Aspettando Mancuso

La sezione del concorso, aperta a ragazzi tra i 14 e i 25 anni, punta su una traccia evocativa quanto ambiziosa: "Libertà". Il 19 Marzo lo stesso tema sarà affrontato dal noto teologo in una conferenza online

C’è tempo fino al 7 Aprile per inviare alla Giuria del Premio Chiara Giovani il proprio elaborato: un racconto (di massimo 6 mila battute, spazi inclusi) che abbia come tema cardine la “Libertà” in ogni sua accezione, sfaccettatura e declinazione.

Torna così a scaldare i motori, forte di un successo crescente e dei tantissimi partecipanti registrati nell’edizione 2020, la sezione del concorso più attesa e più apprezzata, dalla quale, spesso, emergono talenti naturali, artisti in erba, debuttanti coi fiocchi.

I giovani partecipanti verranno valutati dalla giuria tecnica presieduta dalla scrittrice vincitrice del Chiara senior 2020, Maria Attanasio. Accanto a lei, Michele Airoldi, Andrea Bianchetti, Cristina Boracchi, Davide Circello, Salvatore consolo, Marco Corso e Pier Paolo Pardini.

Qualche interessante spunto potrà essere fornito dalla conferenza online che vedrà protagonista il noto teologo Vito Mancuso, al quale verrà chiesto di confrontarsi col tema della Libertà, attraverso le domande del giornalista Armando Besio. Appuntamento, sul canale You Tube del Premio Chiara, Venerdì 19 Marzo alle ore 18.00.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.