Cerca
Close this search box.

Chiasso: Spazio Officina dedica una mostra a Giuliano Vangi

Allo Spazio Officina di Chiasso la prima antologica sulla carriera del Maestro Giuliano Vangi

Lo Spazio Officina di Chiasso ospita la prima antologica sulla carriera dell’artista fiorentino Giuliano Vangi (Barberino di Mugello 1931- Pesaro 2024) recentemente scomparso, dopo aver a lungo lavorato alla realizzazione di questa mostra che tratta il tema del disegno dal 1944 al 2024. L’esposizione, che si inserisce nel filone dei maestri del XXI secolo è incentrata in particolare sulla rappresentazione figurativa volta alla realizzazione dell’opera scultorea. Sono esposti circa duecento disegni di studio, a matita e china con biacca e acquarellature, oltre ad acqueforti, di piccolo e grande formato, nonché due sculture, di cui l’ultimo bronzetto “Uomo che urla” realizzato nei primi dell’anno. In mostra anche una selezione della sua produzione grafica a partire dal 1944, fino alle ultime rappresentazioni di grande valore emozionale. Una sezione distaccata della mostra è ospitata nel parco del Centro seminariale Villa Pontiggia a Breganzona (Lugano) dove si possono ammirare due sculture dell’artista “Persona, (2003) e “Parallelepipedo rosso” (2010), mentre nel padiglione ligneo, disegnato da Mario Botta, è collocata per l’occasione la scultura in acciaio “Jolanda” del 2022. Viene così messo in evidenza da un lato il rapporto con il territorio, dall’altro l’amicizia che lega Mario Botta a Vangi. Questa sede della mostra è visitabile solo su prenotazione il sabato mattina dalle 10 alle 11 oppure dalle 11 alle 12; massimo 25 persone). Le visite guidate sono gratuite. (per partecipare scrivere a: info@maxmuseo.ch o telefonare al +41 58 122 42 60). La mostra, a cura di Marco Fagioli e Nicoletta Ossanna è accompagnata dal catalogo nel quale è contenuto un ricco apparato con le immagini delle opere esposte, i saggi dei curatori e un’intervista all’architetto Botta. L’antologica rimarrà in calendario sino al 21 luglio. Orari: martedì – domenica, 10 – 12 / 14 – 18.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Google Play