“Di segni o dell’indole della Res”

Segni grafici di parole scritte a mano su lettere antiche coesistono, si intrecciano e sovrappongono alle immagini, alle rappresentazione delle mandragole dei miti e delle pozioni magiche nella mostra dell'artista Marisa Zattini, ai nostri microfoni.

Parole, forme e segni, un viaggio immaginario dell’artista Marisa Zattini che nella sua mostra dal titolo “Di segni o dell’indole della Res”, lega il mondo del passato e delle lettere antiche a quello naturale delle mandragole, creature presenti nei miti e nelle leggende antiche, utilizzate nel medioevo come ingredienti in pozioni magiche e rappresentate come figure a metà tra il regno vegetale e quello animale. La mostra rimarrà aperta al Teatro del Popolo a Gallarate fino alla fine di marzo.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.