Farmacia Dahò, fucina dell’insurrezione

Da spezieria Poma a spezieria Castelli, fino a diventare la farmacia che oggi tutti conosciamo. Un luogo ricco di storia, nel cuore della città di Gallarate. Locali incantevoli che presto non potremo più ammirare: Dahó sta infatti per trasferirsi in via XX Settembre

Da spezieria Poma a spezieria Castelli, fino a diventare la farmacia Daho’, che oggi tutti conosciamo. Un luogo ricco di storia, nel cuore della città di Gallarate. Proprio da lì, come specificato in una targa ben visibile vicino all’ingresso: “Partirono i giovani nell’ora garibaldina, per unirsi alle battaglie tricolore“. Un punto di ritrovo per rivoluzionari e cospiratori, dunque, come ci spiega Matteo Scaltritti, Direttore del Museo della Società gallaratese per gli Studi Patri.

 

Un luogo impregnato di storia, il cui pesante portone in legno potrebbe a breve non aprirsi più: la farmacia Dahó sta per trasferirsi in via XX Settembre, negli spazi dell’ex negozio d’arredamento Bertoglio. Dalle prime indiscrezioni, a motivare lo spostamento sembrerebbe essere stata l’impossibilità di adeguare gli antichi locali della farmacia alle attuali norme di sicurezza. I lavori, nella nuova sede, sono già partiti. E con l’inizio di febbraio, la farmacia dovrebbe trasferirsi definitivamente.

 

L’augurio, conclude Scaltritti, è che i locali di Piazza Garibaldi possano presto ospitare una nuova attività, per essere ancora ammirati in tutto il loro splendore.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.