Il teatro varesino? Uno spettacolo della Natura

La rassegna Il Respiro e la Maschera porterà diversi artisti a contatto con parchi, giardini e alberi della città. Un modo per ripartire abbracciando il cuore verde del capoluogo

Due mesi di spettacoli immersi nella bellezza verde di Varese, dei suoi parchi, dei suoi giardini, dei suoi alberi.

Il Respiro e la Maschera è un suggestivo excursus nel teatro natura, che dalle nostre parti, così benedette da boschi, giardini e solennità paesaggistica, viene imboccato e valorizzato grazie a Chicco Colombo, che ha chiamato a raccolta artisti e compagnie diversi, dallo stile diverso, dalla diversa notorietà, ma accomunati dal desiderio di rimettersi in gioco e coinvolgere il pubblico in un’Estate di ascolto, racconto e cultura botanica (complice la competenza tecnica del vicesindaco Zanzi).

Primo appuntamento, domenica 12 Luglio nel parco di villa Mirabello.

Ogni spettacolo sarà doppio, alle 16.30 e alle 18.30, con un massimo di 50 spettatori.

A fare da scenografia naturale, cornici più conosciute, come le ville Mylius, Agusta, Toeplitz e Baragiola. E altre da riscoprire, come i parchi Mantegazza e Zanzi.

Rete55 sarà partnership della rassegna, promettendo a cadenza fissa servizi approfondimenti dedicati a prove, spettacoli, artisti e pubblico.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.