fbpx

“La fiber art é di casa a Busto”

Finissage della mostra di fiber art "Humans" al Museo del Tessile a Busto Arsizio, con la premiazione dell'opera e dei cittadini vincitori

“Words are never alone” di Chiara Passigli è il minitessile vincitore della prima edizione del Premio Miniartextil Città di Busto Arsizio. Ad annunciarlo è stata l’assessore alla Cultura, Manuela Maffioli, in occasione del finissage della mostra di fiber art Humans, che si è svolta al Museo del Tessile.
“Con 63 voti dei visitatori, entrerà ora a far parte del patrimonio artistico cittadino grazie ad Agesp, inaugurando quella che spero diventi una ricca collezione di opere d’arte di questo genere”, ha commentato l’assessore.
Tale collezione si arricchisce poi di “Tessuto Urbano” di Stefania Pellegatta, in arte la Fata porpora: un lavoro realizzato in occasione della fortunata serata proposta nel loggiato della De Piante Editore e arricchito dalle spille da balia con ritagli di fibre diverse, appuntate dal pubblico sul proprio luogo del cuore, rappresentato su una tela di tarlisu, la stoffa tipica locale.
Inoltre, durante la chiusura della mostra, l’associazione dei commercianti, che ha visto una cinquantina di negozianti mettere in vetrina altrettante mini opere tessili, ha premiato i primi tre cittadini che hanno completato il passaporto culturale, andando ad ammirare tutti i lavori proposti.
Restano da contare i visitatori della mostra, peraltro meno numerosi che per l’esposizione di Maria Lai, che aveva richiamato molto pubblico pagante anche da fuori città. In attesa dei numeri, Maffioli comunque chiosa: “La fiber art si conferma un genere artistico di casa a Busto e a Miniartextil diamo appuntamento al prossimo anno”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.