L’anima digitale del Premio Arti Visive

Chiusa ufficialmente la venticinquesima edizione, si è contestualmente aperta la nuova, con la presentazione del nuovo segretario Marina Bianchi, che andrà a sostituire Emma Zanella. Tra le novità in programma, l'attenzione al settore digitale

Premio nazionale arti visive città di Gallarate, al via il nuovo corso. Chiusa ufficialmente la venticinquesima edizione, si è contestualmente aperta la nuova, con la presentazione del nuovo segretario Marina Bianchi, che andrà a sostituire Emma Zanella, a capo della segreteria del premio per oltre 27 anni e impegnata nell’organizzazione e nella gestione dell’evento da dieci edizioni, a fianco dei Presidenti Silvio Zanella prima, e Giovanni Orsini poi.

 

Tra le novità che caratterizzeranno l’edizione 2020, l’attenzione al settore digitale e l’apertura a tutte le forme di arte e cultura, grazie anche al progetto del nuovo polo culturale che prenderà forma al museo Maga. 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.