Leggere il passato per costruire il futuro

E’ dedicato alla storia del settore tessile il libro che verrà presentato al Maga di Gallarate martedì, nell’ambito di DUEMILALIBRI

Leggere il passato per costruire il futuro. Si intitola Il tessile gallaratese: eredità sociale, architettonica, urbanistica il libro realizzato con il contributo della BCC di Busto Garolfo e Buguggiate e curato da Piero Provasoli e Dario Terreni, entrambi testimoni dello sviluppo tessile della Città dei due Galli. 

 

Sono circa 1550 le imprese attive nel settore oggi in provincia di Varese, con quasi 13 mila dipendenti e con un export che sfiora quota un miliardo di euro. L’italia, da sola, rappresenta il quaranta percento della produzione tessile europea, e si distingue nel mondo per la capacità di sperimentare, ricercare, produrre tessuti intelligenti, capaci di fondere tecnologia e praticità.

 

Fondamentale per la stesura del libro, infatti, il contributo di Grazia Cerini direttore del Centrocot di Busto Arsizio, leader nell’innovazione. 

 

Un volume, dunque, che desidera partire dalla storia per analizzare il presente e per anticipare il futuro, favorendo lo sviluppo economico del nostro Paese.

 

00076 – intervista 

piero provasoli – autore del libro 

da “è molto” (00:47) a “tessile” (01:12). 

 

00077 – intervista 

dario terreni – autore del libro 

da “il libro” (00:58) a “tessile” (01:35). 

 

Il volume verrà presentato al museo Maga di Gallarate martedì 26 novembre, nell’ambito di DuemilaLibri. 

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.