Pandemia, un trauma da esorcizzare con l’Arte

Inaugurata nelle Officine dell'Acqua di Laveno Mombello, una mostra ripercorre attraverso le opere di 95 artisti il periodo del covid e del lockdown. L'iniziativa si somma alla pubblicazione presentata a Varese lo scorso Dicembre

Ci sono volti e oggetti, colori netti e sfumature gentili, silenzi e forme astratte, cose e persone.

Nella mostra Arte&Pandemia, visitabile alle Officine dell’Acqua di Laveno Mombello fino al 5 Giugno, sono esposte, o meglio riversate, le opere di quasi 100 artisti, utili a declinare da diverse angolazioni e secondo differenti spiriti gli effetti di un periodo drammaticamente unico. Il lockdown, l’isolamento, la solitudine, la paura della malattia, la sospensione della normalità, delle abitudini e, in una certa misura, della vita stessa.

La mostra, curata da Antonio Bandirali, si accompagna al volume pubblicato lo scorso Dicembre (per rivedere il servizio, clicca qui), nel quale sono raccolti pensieri e parole di oltre 130 autori tra artisti e scienziati, medici e poeti, giornalisti e ricercatori, avvocati, insegnanti e studenti, per un totale di 170 contributi.

Insomma, di questo strano biennio resterà una traccia indelebile dentro ciascuno di noi e resteranno tante testimonianze scritte o dipinte, incise o scolpite, creative e a tratti visionarie, utili a cristallizzare ciò che abbiamo vissuto e che col tempo diventerà Storia.

Ma, ancor di più, utile a farci da bussola per entrare dentro noi stessi, capire e capirci di più.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.