Periferia, centro di una cultura “decentrata”

Nel quarto appuntamento online con l'Istituto di Antropologia di Milano, un tema che coincide con l'anima stessa della rinascita urbana. Tra i relatori, la giudice Cristina Marzagalli

Di rado associamo il termine ricchezza a quello di periferia, che l’immaginario collettivo collega superficialmente a parole come degrado, marginalità, rinuncia. Eppure, come alcune accorte riqualificazioni urbanistiche hanno dimostrato in questi decenni, la realtà è ben diversa. E’ proprio in periferia che, sempre più spesso, i valori socioculturali risplendono e che la componente empatica, solidale, artistica e talvolta avanguardistica sa spiccare e distinguersi.

Se ne parlerà, in termini giuridici e non solo, nel quarto appuntamento del ciclo di conferenze online organizzato dall’Istituto di Antropologia, che vedono come tema cardine la costruzione di una cittadinanza moderna e consapevole attraverso l’arte.

L’appuntamento è per le ore 16 di mercoledì 24 Febbraio, sulla pagina facebook dell’istituto. Relatori, oltre al presidente dell’Istituto Leonardo Salvemini, l’antropologa Angela Biscaldi, l’ex presidente del tribunale di Varese Vito Piglionica e la giudice Cristina Marzagalli, la quale, in questo servizio, anticipa i contenuti del suo intervento.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.