Saronno, Busto e Varese… cantano l’Aida

Nasce In Opera Factory, fucina di produzioni liriche che vede la collaborazione di tre città, tre comuni e due teatri storici: Pasta e Sociale. Valore aggiunto, l'indotto economico per le imprese del settore. E per le scenografie "a km zero"

Dal sogno alla realtà. Serena Nardi è radiosa, entusiasta e visibilmente emozionata. Da anni coltiva l’idea di portare l’Opera in provincia di Varese. In senso letterale. Non come spettacolo, ma come origine, fucina e produzione.

Insomma, una fabbrica: che generi progetti da scrivere, mettere in scena e vendere ad altre piazze.

Punto di partenza, l’esperienza maturata in questi anni a Varese con Red Carpet e Giorni Dispari.

Poi l’incontro con Luca Galli, presidente del Teatro Sociale di Busto Arsizio, con Oscar Masciadri numero uno del Giuditta Pasta di Saronno e con le amministrazioni comunali delle due città, fermo restando il “cappello” garantito dalla Provincia. Da qui l’idea si è trasformata in progetto e il progetto in Factory.

E all’orizzonte c’è già una prima sfida ambiziosa: l’Aida.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.