fbpx

Somma Lombardo abbraccia Liliana Segre

Più di 500 persone hanno ascoltato la Senatrice a vita, ospitata in città nell'ambito del festival Sì Scrittrici Insieme

Più di 500 persone presenti, oltre ogni aspettativa. L’incontro promosso sabato nell’ambito del Festival Letterario Sì Scrittrici Insieme, organizzato a Somma Lombardo, e che ha visto protagonista Liliana Segre è stato un indiscusso successo.

La Sala Polivalente era gremita e molte persone si sono radunate anche all’esterno, dove è stato posizionato un altoparlante per permettere a tutti di ascoltare la testimonianza della Senatrice a vita, sopravvissuta ad Auschwitz. Testimonianza contenuta nel libro “Liliana Segre, il mare nero dell’indifferenza”, a cura di Giuseppe Civati.

È un onore per Somma Lombardo ospitare Liliana Segre e la ringraziamo per la sua testimonianza lunga tutta la vita, dalle leggi razziali e dal lager vissuto in prima persona ai decenni di silenzio, poi al bisogno di raccontare e riportare la memoria, fino all’ingresso in Senato”, dichiara emozionato il sindaco Stefano Bellaria.

Dell’appuntamento con Liliana Segre parla anche Giuseppe Civati, cofondatore della casa editrice People, “La platea – scrive sulla sua pagina Facebook – è commossa e consapevole, come dovremmo essere tutti, noi italiani, come Liliana, che fu esclusa dalla comunità e deportata”.

Infine un riferimento alla città: Somma Lombardo può sembrare un posto qualsiasi, ma la storia della fuga di Liliana Segre e della sua famiglia attraversa proprio quella porzione di Lombardia, tra Milano e Svizzera, Castellanza e Viggiù. È una storia milanese, lombarda, italiana, la sua.”

E dopo il successo di questi giorni, “SI Scrittrici Insieme”, pensa all’edizione del decennale, per continuare a crescere. A Somma Lombardo.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.