Venerdì di Pasqua con il Vangelo pasoliniano

Seconda puntata della serie di Cineamando dedicata al rapporto tra l'intellettuale e la Settima Arte. Ci soffermiamo sul suo capolavoro, definito da Scorsese "il miglior film su Gesù mai realizzato". Appuntamento, il 2 Aprile alle ore 23.30

Torniamo a parlare del cinema di Pier Paolo Pasolini, del quale, nel 2022, ricorrerà il centenario della nascita.

E ci soffermiamo su quello che, da molti, è considerato il suo capolavoro: “Il Vangelo Secondo Matteo”. Nella puntata di venerdì 2 Aprile alle ore 23.30 Matteo Inzaghi Roberto Villa ripercorrono le origini dell’ispirazione, il momento della lavorazione e l’effetto che il film ebbe su pubblico, critica e mondo dello Spettacolo.

Fondamentale il ruolo dell’attore protagonista, Enrique Irazoqui, che il regista incontrò in Italia, dove l’intellettuale spagnolo, allora diciannovenne, cercava sostegno alla causa antifranchista. Ultimate le riprese, l’interprete pasoliniano destinò il proprio compenso alla battaglia di resistenza e fu punito dal regime iberico per aver partecipato a un’opera considerata “comunista”.

Il grande cineasta americano Martin Scorsese definì il “Vangelo” di Pasolini “il miglior film su Gesù mai realizzato.

In quest’anteprima ci soffermiamo anche su altre curiosità relative al set, cui parteciparono scrittori, filosofi e parenti dell’autore.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.