50 milioni per una Saronno migliore

Approvato il bilancio di previsione 2020-2022 del Comune di Saronno. Tante le opere in previsione e nessuna tassa in più per i saronnesi

Opere pubbliche, sicurezza, cura del verde, decoro urbano. Non solo, anche cultura e sociale. Supera i 50 milioni di euro la cifra messa a disposizione nel bilancio di previsione 2020-2022 del Comune di Saronno approvato lo scorso 28 dicembre dal Consiglio Comunale. 300mila euro verranno stanziati per interventi migliorativi sui beni già esistenti. 100mila per la centrale operativa della Polizia Municipale e per l’installazione di telecamere, per un totale di 10 impianti dietro la stazione in zona ex pretura. Capitolo mutui: 1 milione e mezzo di euro di cui 500mila per la manutenzione di strade e marciapiedi, 400mila per i nuovi colombari, 100 per l’area feste e 500mila per la nuova scuola Rodari. A proposito di istruzione ed istituti, confermati gli investimenti per l’asilo Regina Margherita e per la Zerbi, Scuola Materna, Asilo Nido e Mensa. Attenzione costante per la cultura e in particolare per il Teatro Giuditta Pasta per il quale è stato dato l’ok di un trasferimento totale di 160mila euro e 40mila per la seconda edizione del Concorso Lirico internazionale dedicato a Giuditta Pasta. Verde pubblico: investimento di 580mila euro. Previsti inoltre 23mila euro per la Fondazione Gianetti ed il Centro Anziani, più 7mila euro per la manutenzione ordinaria del parco antistante. “Abbiamo mantenuto invariati i servizi erogati alla cittadinanza senza alzare le tasse comunali – dichiara con soddisfazione il Sindaco di Saronno Alessandro Fagioli – . “In questo modo abbiamo realizzato l’esatto opposto di quanto sta facendo a Roma l’Esecutivo Conte evitando ulteriori difficoltà ai saronnesi e tenendoci strette le nostre aziende che, da altre parti, scappano all’estero”.  

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.