Air Italy, Mario vive da 10 giorni in aeroporto

Continua senza sosta, con meno centralità mediatica ma identica determinazione, la battaglia dei 1500 dipendenti. Uno di loro, assistente di volo, abita a Malpensa da oltre una settimana

La psicosi da Coronavirus rischia di rimuovere dal dibattito, quindi dall’opinione pubblica, questioni e problemi che fino a pochi giorni fa sembravano prioritari e che oggi, al contrario, vengono dimenticati o relegati in coda alle notizie.

Tra questi c’è senz’altro la battaglia di Air Italy e dei suoi 1500 dipendenti, rimasti improvvisamente senza lavoro e oggi impotenti di fronte all’ultimo volo della compagnia. Impegno cui molti di loro hanno risposto presente recandosi comunque a Malpensa per assistere i passeggeri.

Mario Clemente, assistente di volo, da 10 giorni abita in aeroporto, mangia e dorme al terminal uno inscenando un presidio pacifico almeno quanto determinato.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.