Bocciodromo di Crenna, il futuro possibile 

La struttura gallaratese - chiusa da mesi - potrebbe riaprire i battenti nel 2020, grazie all'intervento del consorzio lombardo

Bocciodromo di Crenna, ancora una speranza. Si è parlato molto, durante l’anno che giunge ormai al termine, del futuro di questa struttura, per decenni punto di riferimento per bocciofili provenienti da tutta la provincia di Varese e non solo. Un edificio vecchio, che a causa di problemi strutturali e di passate negligenze gestionali, ha purtroppo chiuso i battenti. 

 

Ma la svolta potrebbe arrivare insieme al 2020. In campo il consorzio bocce Lombardia che, come spiega Bruno Casarini, presidente Cesb (la Confederazione europea sport bocce), ha proprio l’obiettivo di tendere una mano alle società in difficoltà, scongiurando la chiusura definitiva delle bocciofile.

 

Stiamo lavorando a stretto contatto con il Presidente del Comitato Bocce Varese Guido Bianchi, prosegue Casarini. E proseguiremo su questa strada, cercando anche la collaborazione dell’amministrazione comunale di Gallarate, per noi partner indispensabile.

 

Non resta dunque che aspettare, nella speranza che presto il bocciodromo di Crenna possa riaprire le sue porte.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.