Botte in centro, “Più agenti, più luce, meno alcol”

Sabato sera il senatore Gianluigi Paragone ha assistito personalmente a una rissa in via San Martino: "La città è buia e colonizzata dalle bande. Chiudete i bar che fanno bere i minorenni"

Varese è una città che fatico a riconoscere. Non è possibile assistere a una rissa tra bande di stranieri in pieno centro storico“.

Parole di Gianluigi Paragone, senatore del Gruppo Misto (dopo l’uscita dai Cinque Stelle ha fondato un suo nuovo movimento, No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone“, in forte antitesi con l’attuale governo), intervistato da Matteo Inzaghi.

Sabato sera, dopo una cena con moglie e amici, il parlamentare varesino ha percorso via San Martino, trovandosi di fronte a un vero e proprio parapiglia.

Oggi l’affondo: “Varese è poco sicura, mancano pattuglie di controllo. Ma mancano anche un’illuminazione degna di questo nome e un giro di vite in chiave preventiva: i locali che servono alcolici ai minorenni sono ancora tanti. È ora di chiuderli”.

Qui la sua intervista.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.