Cassano senza acqua, ora si contano i danni

Attività e privati cittadini senza acqua per diverse ore nel fine settimana, l'amministrazione comunale valuterà i danni per l'interruzione del servizio e la modalità per la richiesta di risarcimento.

Cassano Magnago rimane in gran parte senza acqua nel week end a causa di un guasto elettrico alla cabina Enel di via Bonicalza e ora l’amministrazione comunale “passerà a valutare l’entità dei danni che l’interruzione del servizio ha arrecato ai privati ed alle attività commerciali”.

E’ quanto emerge dal comunicato stampa inviato questa mattina e firmato dal sindaco Pietro Ottaviani e dall’assessore ai lavori pubblici Rocco Dabraio.

Ad intervenire Enel e Alfa in coordinamento con il comune per valutare il guasto alla cella.

“Immediatamente ci si è attivati per far arrivare tre gruppi elettrogeni – si legge nel comunicato –in modo da garantire l’erogazione dell’acqua alla città, in attesa che arrivasse il pezzo sostitutivo ed effettuare la riparazione definitiva”.

Sui social è partito il tam tam sin dalle prime ore di sabato 30 luglio con post non solo di privati cittadini che chiedevano chiarimenti ed esternavano preoccupazione ma anche di titolari di attività commerciali che normalmente utilizzano l’acqua per lavorare e che a causa dell’avaria all’impianto idrico, hanno subìto danni e ritardi nei servizi.

Con il primo intervento “…è stato possibile ridare, già nel corso del primo pomeriggio (di sabato), acqua a buona parte della Città; tuttavia, le zone alte di Cassano hanno potuto riavere l’acqua solo nel pomeriggio di domenica 31, quando le pompe di rilancio sono potute ripartire”.

Nel comunicato si sottolinea come “l’amministrazione oltre a tenere costantemente informata la cittadinanza è sempre stata in contatto con Alfa e si è impegnata a ridurre il più possibile i disagi, attivando la Protezione Civile, così da portare cisterne d’acqua per abbeverare gli animali in difficoltà”.

E si tende a precisare che “una volta ripristinato il servizio ed assicurata l’erogazione dell’acqua a tutti i cittadini, l’Amministrazione passerà a valutare l’entità dei danni che l’interruzione del servizio ha arrecato ai privati ed alle attività commerciali. Inoltre ci affideremo ad un Legale per valutare le modalità per la richiesta dei risarcimenti”.

Per evitare che si ripeta quanto è accaduto, il comune vuole chiedere alla società che distribuisce l’acqua un incontro e trovare eventuali soluzioni preventive.

Infine i ringraziamenti per il lavoro corale tra i tecnici di Enel ed Alfa e la Protezione Civile “per essersi adoperati immediatamente e senza interruzione per ridurre il più possibile i disagi e risolvere il disservizio causato dal danneggiamento della cabina”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.