“Ciao Lorenzo, ci rivedremo sulle alte montagne”

L'associazione LetterAltura ricorda così Scandroglio, recentemente scomparso. Taddei: "Ora il nostro amico è in cammino alla ricerca “oscuramente forte“ dell'identità della sua vita"

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera che LetterAltura ha dedicato alla memoria di Lorenzo Scadroglio, uomo di cultura e di montagna, scomparso nei giorni scorsi a soli 52 anni.

A lui, scrive il presidente Taddei, si deve la nascita del Festival LetterAltura e ora sono proprio i soci dell’associazione, i membri del direttivo e il Presidente Amadio Taddei a ricordarlo in questo tragico momento.

Apprendiamo con sconcerto in queste ore la notizia della tragica scomparsa di Lorenzo Scandroglio, avvenuta in mattinata presso l’Ospedale Maggiore di Novara, dove era stato ricoverato nelle scorse settimane per un grave malore.
Il Presidente, il Consiglio Direttivo e tutti gli associati di LetterAltura sono uniti in questo momento e vicini a rappresentare il cordoglio e le condoglianze alla famiglia e a quanti gli erano accanto nella vita.
Perdiamo un amico e un collaboratore che aveva contribuito alla costituzione dell’Associazione come socio fondatore e che era tornato dopo qualche anno di pausa a collaborare con noi proprio per la realizzazione di alcuni appuntamenti della XV edizione del Festival Lago Maggiore LetterAltura 2021.
Negli ultimi anni si è impegnato instancabilmente in numerose attività che avevano per teatro l’ambiente della montagna che tanto amava.
E proprio negli spazi delle montagne lo vogliamo ricordare, in cammino alla ricerca “oscuramente forte“ dell’identità della sua vita.

Per l’Associazione LetterAltura, il Presidente
Amadio Taddei

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.