Covid, torna l’allerta

Nella sola Lombardia, ieri si sono contati 2.067 nuovi positivi (223 in più di mercoledì) e 808 di questi hanno tra i 25 e i 49 anni di età. "Non stiamo pensando a un lockdwn" dice il Presidente del Consiglio Conte. "Ma dobbiamo tutti rispettare le regole"

Più di 2000 nuovi positivi nelle ultime 24 ore: in Lombardia il contagio da Coronavirus registra numeri preoccupanti. In particolare nelle province di Milano, Monza e Varese. Numeri alla mano, nella nostra Regione ieri si sono contati 2.067 nuovi positivi (223 in più di mercoledì) e 808 di questi hanno tra i 25 e i 49 anni di età. Più della metà dei casi è concentrata nell’area metropolitana di Milano. I ricoverati per Coronavirus salgono a 726 in tutta la regione, 81 in più nelle ultime 24 ore. A questi vanno aggiunti i 72 pazienti ricoverati in terapia intensiva, 53 dei quali intubati. Quel che più preoccupa è che l’RT, l’indicatore della forza del virus, è oltre il 2: ogni positivo contagia due persone.

L’epidemia da Covid-19 in Italia sarebbe dunque entrata in una “fase acuta” e, nel prossimo mese, rischia di raggiungere “valori critici”.

“In questo momento nessuno di noi sta pensando al lockdown del Paese”, dice il Presidente del Consiglio Conte. “Dobbiamo tutti fare in modo che questo non avvenga, comportandoci responsabilmente e rispettando le regole”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.