Coronavirus, il barman: “Le regole valgono x tutti”

L'emergenza sanitaria impone limitazioni ai locali serali e notturni della Lombardia. "Un sacrificio che sono disposto a fare" - afferma il titolare di un bar a Gallarate - "a patto che tutti rispettino l'ordinanza"

E’ ufficiale, in tutta la Lombardia i bar potranno rimanere aperti anche dopo le 18. Aggiornata l’ordinanza di Regione Lombardia che, a causa dell’emergenza CORONAVIRUS, aveva imposto la chiusura dalle 6 del pomeriggio alle 6 della mattina. Per evitare assembramenti di persone, però, il servizio bar dovrà essere garantito solo al tavolo, e non direttamente al bancone. Va benissimo, commenta Emanuele Berti, titolare di un bar nel centro di Gallarate, ma tutti devono rispettare le regole. Già lunedì, molti locali, con la scusa di poter offrire anche il servizio ristorante, hanno continuato a servire aperitivi e bevande, anche dopo le 18, e non obbligatoriamente al tavolo.

 

La modifica dell’ordinanza, con la possibilità di rimanere aperti anche dopo le 18, prosegue Berti, è certo positiva. Non dimentichiamo che la chiusura forzata dei locali comporterà un danno economico importante per tutti i gestori.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.