Donne di scienza e di coraggio

"Le persone sospettose non vanno criticate, ma convinte". Così Amalia Ercoli Finzi, ingegnere aerospaziale ospite di AIME nel convegno che ha messo a confronto due diverse generazioni di professioniste. A fianco della professionista, la giovane Beatrice Pio Luogo, premiata per un progetto sullo smaltimento rifiuti

Da una parte, i capelli grigi dell’esperienza. Dall’altra, la freschezza dell’entusiasmo.

Amalia Ercoli Finzi e Beatrice Pio Luogo sono state le protagoniste della serata, organizzata dall’associazione AIME, e dedicata a due volti dell’eccellenza femminile.

La prima, ingegnere aerospaziale di fama internazionale, ha voluto lanciare un appello a favore della vaccinazione: “I cosiddetti no vax – spiega – vanno convinti con la buona informazione“.

Al suo fianco, appunto, la giovane ingegnere ambientale, premiata per un progetto sul trattamento dell’acqua e la rimozione delle microplastiche dalle acque reflue delle lavanderie industriali.

Il dibattito, moderato dalla collega Debora Banfi, è stato introdotta da Paola Della Chiesa, nelle vesti di responsabile donne di AIME e dal vicesindaco di Varese Ivana Perusin. 

Parole d’ordine, competenza, studio, sacrificio.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.