fbpx

Educare con gli oratori, Varese ci crede

L'amministrazione comunale investe fondi nelle attività parrocchiali, con particolare attenzione ai progetti destinati ai ragazzi "più fragili"

Inclusione sociale, si parte dall’oratorio. Nell’anno 2018 il comune di Varese ha investito complessivamente 50 mila euro per sostenere le attività parrocchiali della città. Di tale somma, 20 mila euro sono stati destinati a progetti di inclusione sociale. Obiettivo: premiare e valorizzare quegli oratori che mettono in campo attività volte a sostenere e affiancare i più fragili durante l’oratorio estivo.

Questo contributo specifico è una novità introdotta dall’amministrazione in forma sperimentale, e che verrà riproposta anche per l’anno 2019. Lo scorso anno sono stati finanziati 6 progetti realizzati dagli oratori di Bobbiate, Brunella, Masnago, Biumo Inferiore e Biumo Superiore, San Fermo e Valle Olona.

Ma non finisce qui: l’anno scorso il Comune ha sostenuto la partecipazione agli oratori di 107 bambini, in condizioni economiche svantaggiate, per un totale di oltre 18mila euro di finanziamento. Inoltre, è stato erogato un contributo di 13 mila euro, sempre destinato alle attività oratoriali.

 

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.