Gallarate, un nuovo futuro per le ucraine

Amministrazione comunale, Abici Assistenza, Domina e Melo Onlus insieme, per offrire alle donne scappate dalla guerra l'opportunità di imparare un lavoro

Una doppia opportunità: quella di imparare la lingua italiana, ma anche quella di apprendere un mestiere. Per diventare autonome e indipendenti.  È quella offerta a una quindicina di donne ucraine ospitate a Gallarate.

Il progetto – che nasce dalla collaborazione tra la cooperativa bustocca Abici Assistenza  – l’associazione nazionale famiglie datori di lavoro domestico Domina e il Melo Onlus – gode del patrocinio della amministrazione comunale. 

Il corso prenderà il via venerdì 27 maggio e, nei fatti, desidera insegnare alle donne ucraine fuggite dalla guerra un mestiere, per permettere loro di lavorare in Italia. Ma non solo.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.