“I miei giorni in ospedale, tra bravura, umanità… E caos”

Luciano Landoni racconta in un libro l'esperienza di ricovero durante il Covid, soffermandosi sulla paura, la disorganizzazione, ma anche la carica solidale e professionale del personale medico

Per la prima volta nella vita ho temuto di morire. Non ho avuto il coronavirus, ma sono stato in ospedale nei giorni di picco. Lo spavento più grande? Toccare con mano il caos organizzativo, compensato dalla competenza e dalla umanità di medici e infermieri”.

Così Luciano Landoni, giornalista e scrittore, racconta in un libro la propria esperienza durante il Covid. Nei giorni di picco, è stato costretto al ricovero a Busto Arsizio, in un reparto di Urologia alle prese con parecchi “cortocircuiti”.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.