Insubria, l’Università che dà lavoro

Inaugurato in via Ravasi a Varese il 21mo anno accademico. L’ateneo ha annunciato investimenti per 32 milioni di euro nei prossimi 5 anni

Un’università che cresce. Inaugurato all’Insubria – in via Ravasi a Varese – il 21mo anno accademico. L’ateneo ha annunciato investimenti per 32 milioni di euro nei prossimi 5 anni, con varie ristrutturazioni e la realizzazione di nuovi stabili per le due sedi di Varese e di Como. Tra i progetti del 2020, un nuovo edificio per gli studenti varesini al campus di Bizzozero.

 

Tra i momenti più toccanti della cerimonia, la consegna della laurea honoris causa in Scienze e tecniche della comunicazione, conferita a Gerardo Severino, Maggiore della Guardia di Finanza e commendatore della Repubblica, attualmente direttore del Museo storico della Guardia di Finanza, per aver  documentato la storia di numerosi finanzieri che – durante la Seconda Guerra Mondiale – si sono messi al servizio del territorio,  in alcuni casi anche sacrificandosi per salvare altre vite. 

 

Tanti i risultati già ottenuti negli anni, e tanti i nuovi obiettivi, afferma il rettore Angelo Tagliabue con orgoglio. I numeri dimostrano che i nostri laureati sono competitivi sul mercato internazionale, trovano lavoro in meno di un anno, e guadagnano uno stipendio in media più alto rispetto ai loro coetanei. 

 

Durante la cerimonia è stata conferita la Rosa Commacina, riconoscimento riservato a personaggi che abbiano svolto attività importanti per il territorio e per l’ateneo. a Marco Ascoli, presidente della Fondazione Ascoli, da anni a fianco di bambini e ragazzi malati oncoematologici.  

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.