L’Insubria bustocca muove i suoi primi passi

Con l'approdo a Villa Manara e ai Molini Marzoli va completandosi la concretizzazione del terzo polo universitario, pronto a dirottare in città 500 studenti. Sul piatto, 750 mila euro. Ma è solo l'inizio

500 studenti in arrivo, 750 mila euro di investimento per ristrutturare le nuove sedi universitarie: Villa Manara e una parte dei Molini Marzoli.

Il terzo polo dell’Insubria, già approdato a Busto Arsizio, è ora pronto ad entrare nel vivo e piantare profonde radici, con la benedizione dell’ateneo e il supporto trasversale dell’Amministrazione Antonelli, che oltre a garantire i suddetti fondi mette in campo competenza e passione di ben 4 assessorati: Sviluppo Economico e Cultura, in capo a Manuela Maffioli, l’Urbanistica capitanata da Giorgio Mariani e le Politiche Educative di Daniela Cerana.

Nella convenzione firmata oggi, alla presenza del Rettore Angelo Tagliabue, l’accento sul valore aggiunto squisitamente accademico dell’accordo. Basti pensare alla stretta attualità dei corsi in oggetto: scienze biomediche e scienze motorie.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.