Mercato a due facce: “Noi emarginati, messi in castigo”

Abbiamo raccolto la protesta di alcuni ambulanti di Piazza Repubblica, relegati alle spalle del teatro e trascurati dai clienti. Tra loro, commercianti storici, un tempo protagonisti di Piazzale Kennedy. A fare la differenza, almeno in teoria, il temibile DURC, che certifica i pagamenti previdenziali. All'orizzonte, il ricorso al TAR

Un mercato a due facce: luce, chiacchiericcio e clientela da una parte, ombra, silenzio e deserto dall’altra. Bancarelle aperte e frequentate nel cuore di Piazza Repubblica, furgoni chiusi e ambulanti furibondi alle spalle del teatro.

Matteo Inzaghi è tornato nella nuova collocazione dello storico mercato, per raccogliere il disagio e la protesta di chi, “da un posto al sole”, si è ritrovato nelle retrovie.

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.