“Nelle RSA l’emergenza non è mai rientrata”

Parlano i direttori de La Provvidenza di Busto Arsizio e del Camelot di Gallarate: "Nessun contatto fisico tra ospiti e parenti, ancor prima dell'ordinanza del Governatore di Regione Lombardia Attilio Fontana"

Noi non abbiamo mai abbassato la guardia. A dirlo sono Luca Trama e Caterina Putzu, rispettivamente direttori de La Provvidenza di Busto Arsizio e del Camelot di Gallarate, due importanti Rsa della provincia di Varese. E’ di ieri l’ordinanza del Governatore della Lombardia Attilio Fontana finalizzata al contenimento del contagio da Coronavirus e che vieta nuovamente l’accesso nelle case di riposo da parte dei familiari, salvo autorizzazione del responsabile medico, e comunque sempre nel rispetto di tutte le misure necessarie ad impedire il contagio.

Nella nostra struttura, dice Luca Trama de La Provvidenza, le visite erano ripartite a giugno, ma seguendo protocolli rigidi e con un monitoraggio continuo della situazione. A fronte di un aumento dei contagi, però, abbiamo deciso di bloccarle nuovamente, anticipando nei fatti la decisione del Governatore. 

Al Camelot, spiega invece Caterina Putzu, non abbiamo mai ripreso con le visite tradizionali, ma abbiamo deciso di utilizzare le tante vetrate della struttura per permettere agli ospiti di vedere i loro parenti e di parlare con loro, grazie all’utilizzo di un moderno impianto audio appositamente installato. 

In entrambe le strutture, precisano i direttori, non ci sono attualmenti casi di positività. Continueremo a mantenere alta l’attenzione e a proteggere i nostri ospiti, nella speranza che questo virus possa essere presto sconfitto.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.