Pattugliamenti misti nelle zone di confine

Maggior sicurezza ai cittadini grazie alla sinergia tra Italia e Svizzera. Carabinieri e Polizia cantonale insieme per combattere la criminalità.

Le forze dell’ordine italiane e quelle Svizzere si addestrano insieme e fanno squadra per la prevenzione e la lotta alla criminalità. Un lavoro congiunto già previsto da un accordo del 2013 ma che vede, per la prima volta quest’anno, la partecipazione dei carabinieri di tutte le province di confine della Lombardia: Varese, Como, Sondrio e della provincia di Bolzano insieme ad agenti della Polizia Cantonale dei Grigioni, del Ticino e dell’Agenzia Federale delle Dogane. 57 gli agenti formati, 32 italiani e 25 elvetici, tra nozioni di carattere legale, procedure operative e prove pratiche. Il frutto di questo addestramento potrebbe già vedersi nei prossimi giorni con la pianificazione di pattugliamenti misti, 4 agenti e due autovetture rispettivamente una per Stato, liberi di muoversi da una parte e dall’altra del confine e muniti di tutte le dotazioni di servizio.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.