Pedalando in uniforme… accanto a te

Alfredo Ambrosetti dona alla Questura 3 biciclette che consentiranno un più capillare controllo di vie e quartieri

“Un vero e proprio affare, per la qualità tecnica e per l’offerta da 3×2!”. Scherza così Alfredo Ambrosetti, artefice di una donazione particolarmente apprezzata dalla Questura. Tre biciclette, nuove di zecca, consentiranno di controllare e presidiare quartieri, vie e zone pedonali difficilmente raggiungibili dalle auto pattuglia. Della componente tecnica si è occupato un addetto ai lavori, Renzo Oldani, presidente della storica società ciclistica, intitolata al mitico Alfredo Binda, amico intimo di papà Ambrosetti, il quale suggellò questo profondo legame chiamando il proprio figlio col nome del campione e chiedendo a quest’ultimo di esserne il padrino. Un affetto che il grande Alfredo compensa ancora oggi con una costante e generosa  vicinanza al glorioso sport delle due ruote, specialità che oggi, con le bici donate alla Questura, raggiunge la proverbiale quadratura del cerchio.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.