Pgt, Petrone: “Lo scivolone delle minoranze”

Il documento discusso ieri in Commissione per l’ultima volta è pronto per approdare in consiglio comunale. Ma l'opposizione continua a dirsi contraria

“Un errore clamoroso”. Così Alessandro Petrone, Assessore all’urbanistica di Gallarate in risposta alle questioni avanzate dall’opposizione in merito al Piano di Governo del Territorio. Documento discusso ieri in Commissione per l’ultima volta, e che ora è pronto per approdare in consiglio comunale.

 

Ma Pd e Città e vita restano fermi sulle loro posizioni e continuano a confrontare i dati attuali con la variante firmata nel 2014 dall’ex assessore Pignataro. Confronto che farebbe emergere un incremento di consumo di suolo, e che dunque farebbe traballare la variante Petrone.

 

“Alla data dell’entrata in vigore della legge regionale del 2014” – risponde Petrone – “era certamente stata adottata la variante Pignataro, che però è stata approvata nel 2015. Quindi, il Pgt di riferimento resta quello del 2011, con il quale i nostri tecnici si sono confrontati e rispetto al quale abbiamo una riduzione del consumo di suolo di circa 435 mila metri quadri”.

 

Petrone si sofferma anche sulla questione ex Caserma dell’aeronautica di viale Milano. E’ tutto sotto controllo, dice, e non verrà creato nessun problema alla viabilità, anche nel caso in cui una grossa società come Leonardo decida di prendere in gestione quell’area.  

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.