Porto Ceresio, AILA “multa” i parcheggi

L'Associazione Lotta Abusi scrive al primo cittadino per correggere le modifiche al piano parcheggi per gli stalli dei disabili.

Piano parcheggi, AILA mette i puntini sulle i. Succede ovunque e succede sempre, oggi tocca a Porto Ceresio. Ogni volta che si cambiano le regole della sosta si rischia di scontentare qualcuno, ancor di più in un comune che ogni giorno riceve turisti da ogni dove con le loro automobili. Sono però osservazioni sentite quelle mosse dall’Associazione Italiana Lotta Abusi che ha voluto portare all’attenzione del Sindaco, Marco Prestifilippo, alcune difficoltà e problematiche mosse dagli automobilisti con disabilità. Due i pomi della discordia: da una parte l’obbligo di staccare il tagliandino che certifica il riconoscimento targa delle telecamere (reso difficile da colonnine non ancora accessibili alle carrozzine) dall’altra la rotazione a 30 minuti, oggi già modificata a due ore, negli stalli gialli di piazza Bossi.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.