fbpx

Sinti, la comunità si dissocia dall’occupazione

L'avvocato Pietro Romano prende le distanze dal gesto di poche famiglie e critica il sindaco: "Usa due pesi e due misure"

L’occupazione di via Lazzaretto è sbagliata e rischia di mettere nei guai l’intera tutti i Sinti di Gallarate“. Così Pietro Romano, avvocato che fin dall’inizio rappresenta la comunità, prende le distanze da quanto accaduto nei giorni scorsi, quando un pugno di Sinti ha preso possesso di un’area comunale a pochi passi da quella sgomberata quasi un anno fa. Nel mirino del legale gallaratese, i sinti ribelli, i cui colpi di testa potrebbero compromettere un dialogo già di per sé difficile. E il sindaco: reo, secondo Romano, di usare due pesi e due misure.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.