Sprint della “Binda”, ciclisti al sicuro

La Società Ciclistica Alfredo Binda per i prossimi eventi potrà contare sulla collaborazione della CRI e di Areu 112

Giovanissimi, allievi, amatori o professionisti. Nessuna differenza. Tutti, pedaleranno sentendosi al sicuro. Tre le squadre in campo. Società Ciclistica Alfredo Binda, Croce Rossa Italiana e Areu 112. Un accordo che prevede la condivisione di competenze per rendere ancora più sicura la partecipazione dei tanti ciclisti che gareggeranno in tutto il 2019 per le gare targate “Binda”.  Logistica e mezzi tecnici per le manifestazioni sotto il nome della Croce Rossa, rappresentata dal Dottor Angelo Bianchi. Il Dottor Guido Garzena di Areu invece, si occuperà della stesura dei piani di emergenza sanitari. Al sui fianco il Responsabile dello Staff Sanitario della Binda, già a capo del team di punta Bahrain Merida, il Dottor Carlo Guardascione.

Una sinergia “benedetta” da Regione Lombardia considerata anche la crescita costante dei partecipanti agli eventi della Società Ciclistica Alfredo Binda. Solo lo scorso anno, con il Mondiale Gran Fondo e la Gran Fondo Tre Valli Varesine, il territorio ha ospitato 6000 ciclisti provenienti da 61 diversi Paesi del Mondo. Non ci sono ancora gli annunci ufficiali, ma è già possibile alzare il sipario su due grandi corse: La Quarta Gran Fondo Tre Valli Varesine di sabato 5 e domenica 6 ottobre e la Novantanovesima Tre Valli Varesine, che andrà in scena martedì 8 ottobre.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.