Tradate, case Aler. Una (lunga) storia a lieto fine

Inaugurato, alla presenza di numerose autorità, l'edificio di via Broggi. 24 alloggi di ultima generazione, ad alta efficienza energetica. Fontana: "Servono agevolazioni fiscali per l'edilizia popolare"

Una lunga storia, fortunatamente a lieto fine. Inaugurate le case Aler di via Broggi a Tradate, 24 alloggi di ultima generazione, ad alta efficienza energetica.

La realizzazione dell’edificio aveva preso il via nell’ormai lontano 2010. Nel 2017 il cantiere si era fermato a causa della crisi che aveva colpito l’azienda costruttrice. Dopo un lungo e tortuoso percorso ad ostacoli, Aler ha potuto procedere all’assegnazione dei lavori a una nuova ditta che li ha finalmente terminati.

Tante le autorità presenti al taglio del nastro, tra le quali il sindaco di Tradate, Giuseppe Bascialla; presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana; l’assessore regionale alla casa, Alan Christian Rizzi; il deputato Dario Galli e il senatore Stefano Candiani, entrambi ex sindaci della città; Emanuele Monti, presidente della commissione sanità di Regione Lombardia.

“Un’inaugurazione importante che va nella direzione della rigenerazione urbana” – dice il presidente Fontana.  “Serve però che il Governo centrale agevoli l’edilizia popolare dal punto di vista fiscale”.

 

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.