Varese e Como: diminuiscono i positivi al Covid

Così Ats Insubria, nell'appuntamento settimanale con l'aggiornamento dei dati relativi alla pandemia. Intanto, si guarda all'arrivo del vaccino: tra modalità e precedenze

Soggetti positivi in calo nelle province di Varese e Como.

Lo confermano i dati diffusi da Ats Insubria nell’ormai collaudato appuntamento del venerdì: tra venerdì 27 novembre e giovedì 3 dicembre sono stati 3.520 i nuovi positivi, a fronte di 30.298 tamponi eseguiti (con un calo di 2.579 positivi rispetto alla settimana precedente, durante la quale sono stati eseguiti 37.256 tamponi).

Aumentano anche i guariti, seppur continui a salire, purtroppo, anche il numero dei morti. “La curva dei decessi ha almeno tre settimane di ritardo su quella dei nuovi positivi. Contiamo di arrivare al pareggio per settimana prossima” – spiegano da Ats. 

Per quanto riguarda i Covid Hotel, Ats segnala che vi sono stati nove nuovi ingressi, mentre una persona precedentemente ospitata è stata dimessa.

Infine, la questione vaccini: “Non sappiamo ancora quale vaccino AntiCovid arriverà sul territorio e quante dosi. La precedenza andrà al personale sanitario e alle categorie più deboli. Ats sta lavorando  per individuare dove collocare i freezer, capaci di  raggiungere i -70/-80 gradi, nel caso si trattasse del vaccino di Pfizer. L’obiettivo è quello di individuare – anche con la collaborazione dei sindaci – degli spazi ampi dove poter eseguire le vaccinazioni, anche con la modalità drive through, quindi senza scendere dalla propria vettura”. 

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.