Volandia, la supersonica “ciliegina”

Il prototipo dell'M346, il miglior addestratore del Mondo, realizzato nei primi anni 2000 negli stabilimenti Aermacchi di Venegono, arricchisce ulteriormente la grandiosa collezione del Museo di Somma Lombardo

Un ulteriore tassello nell’invidiabile mosaico di Volandia, Museo dei Trasporti che vanta ormai una collezione di straordinario rilievo, storico, tecnico e culturale.

A breve, dopo le necessarie operazioni di rimontaggio, l’ultimo prototipo del mitico M346 sarà esposto all’ingresso del Parco, dove resterà per almeno 5 anni.

Il velivolo, realizzato negli stabilimenti Aermacchi (oggi Leonardo) di Venegono, è frutto dell’eccellenza tecnica, meccanica e ingegneristica dell’industria del volo, che proprio qui, nel varesotto, affonda le sue radici.

Inaugurato ufficialmente nel 2004, con un primo decollo ammirata e salutato dalle principali autorità del Paese, a partire dall’allora premier Silvio Berlusconi, l’M346 è considerato da molti addetti ai lavori il miglior addestratore a livello internazionale.

Soddisfatto il presidente di Volandia, Marco Reguzzoni: “È un pezzo da novanta di cui andar orgogliosi e proprio per questo voglio ringraziare il nostro curatore ingegner Maurizio Longoni che ha seguito tutto l’iter e la Leonardo Velivoli per il prestito. Un sodalizio che ci auguriamo prosegua su tanti altri progetti e che non fa altro che dare lustro e prestigio al nostro museo” .

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.