fbpx

Busto Arsizio, tutti pazzi per il rosso papavero

Un campo di papaveri, considerati una pianta infestante, sta richiamando molti curiosi armati di smartphone per i selfie e persino macchine per veri e propri servizi fotografici

C’è qualcosa di poetico, nel manto di papaveri che spopola sui gruppi social di Busto Arsizio. Sarà perché quella macchia colorata è proprio nel bel mezzo della zona industriale di Sacconago, sarà perché è incastonata alle spalle della chiesetta di Madonna in Campagna, sarà perché non te l’aspetti quando arrivi in auto dalla città, sarà ancora perché è una fioritura spontanea che sembra rammentarci la bellezza della natura richiamando d’un tratto la nostra attenzione nel frenetico via vai quotidiano… Fatto sta che questo angolo di periferia, dove è proliferata una pianta considerata infestante, è diventato non soltanto il protagonista di tanti scatti paesaggistici su Facebook, ma anche la meta di gite fuori porta con tanto di selfie di famiglia. E non solo. Perché nei giorni scorsi è stato persino scelto come sfondo per un servizio fotografico in cui una modella in rosso passeggiava tra i fiori con un cestino di vimini e un mazzetto di papaveri. Insomma, uno spettacolo che – nel suo piccolo – ha poco da invidiare ai campi di tulipani olandesi che richiamano centinaia di migliaia di visitatori. Anche se in questo caso è nostrano, oltre che del tutto gratuito.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.