fbpx

Fiera (di essere) Varese, una città da abitare

Torna la tradizionale kermesse, dal 6 al 15 Settembre alla Schiranna. Novità dell'anno, la borsa immobiliare e il coinvolgimento di commercianti e associazioni

La società cambia, le abitudini si evolvono, la tecnologia incalza e stravolge i punti fermi di un tempo. Ma la Fiera di Varese rimane al suo posto, alla Schiranna, pronta per offrire ai visitatori una ricca carrellata di espositori, eventi e ospiti, dal 6 al 15 Settembre.

Intrigante l’ampliamento della kermesse all’intera città. Una logica analoga a quella del fuorisalone, che vede tutti, dai commercianti  alle associazioni, dare il proprio contributo alla settimana fieristica, chi organizzando iniziative collaterali, chi facendo sconti, chi creando un collegamento culturale tra i padiglioni della Schiranna e il centro storico.

Novità nella novità, la fusione di due tradizioni, la fiera, appunto, e la Casa in Piazza, appuntamento annuale della Camera di Commercio dedicato alla galassia immobiliare. Per tutta la settimana, la Schiranna vedrà così in campo una squadra di agenti esperti, pronti a fornire dritte e informazioni utili sul mercato del mattone.

In calendario, come anticipato, una nutrita pattuglia di ospiti, accolti tutti i giorni alle 19 nel salotto degli Amici del Caffè Teatro, condotto ancora una volta da Morena Zapparoli Funari, la quale, nel suo sintetico intervento, a Palazzo Estense si è soffermata su alcuni nomi. Dalla ex pornodiva Eva Henger all’opinionista Klaus Davi, dal giornalista Mario Giordano al comico Massimo Boldi, passando per il varesino d’adozione Daniele Bossari e l’esperto di cucina Edoardo Raspelli. Volti eterogenei di un par-terre decisamente diversificato, utile a rafforza l’immagine di una manifestazione per tutti i palati. Proprio tutti.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.