fbpx

Abusivi, acrobati… messi alle corde

Polizia Locale e Carabinieri al lavoro, per frenare il fenomeno dei venditori abusivi

Messi alle corde. Nel vero senso della parola. A Gallarate, i venditori abusivi monitorati e controllati da Polizia Locale e Carabinieri aguzzano l’ingegno e creano una via di fuga nel  fiume Arno, dove predispongono appositamente delle corde, che gli consentono di entrare e uscire dal corso d’acqua rapidamente.

 

Una ventina i venditori distribuiti per la città, tra via Dubini – via Pastori –  piazza Garibaldi e i parcheggi dei centri commerciali Sorelle Ramonda e Malpensa Uno che, secondo i primi accertamenti, con questa attività, guadagnerebbero circa 150 euro a settimana. Da settembre la Polizia Locale ha intensificato i controlli, con un servizio attivo due volte a settimana, per tre ore. Un lavoro prezioso che ha già permesso 24 sequestri e che spesso vede la collaborazione attiva di altre forze dell’ordine, in prima linea i Carabinieri.

 

Vita difficile anche per i parcheggiatori abusivi. Il nuovo “decreto sicurezza” prevede che alla seconda infrazione scatti il penale. E il dieci dicembre scorso, al centro commerciale Malpensa Uno, la normativa è stata subito messa in pratica. 

 

 

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.