Borse e pellicce proibite, stop ai “bracconieri” di Malpensa

Guardia di Finanza e Agenzia delle Dogane hanno intercettato e bloccato tre spedizioni di accessori, abbigliamento e oggetti legati a specie protette. Scattati il sequestro e la denuncia

Una pelliccia di giaguaro, una borsa realizzata con pelle di alligatore e del prezioso corallo blu.

E’ quanto scoperto a Malpensa, grazie al delicato e fondamentale ruolo di filtro della Guardia di Finanza e della Agenzia delle Dogane, in lotta con diverse tipologie di traffico. Nel caso specifico, quello di materiali naturali, derivanti da specie protette e provenienti da luoghi esotici.

Più nel dettaglio, la magnifica pelliccia di felino (che vedete in foto) proveniva da Portici (provincia di Napoli) ed era destinata a un acquirente in Cina.

La borsa era invece realizzata con pelle di alligatore del Mississippi, proveniva dal Giappone, ma il luogo di destinazione è di Milano.

Infine, il Blue Coral (qualità di corallo che prende il nome dal colore del suo scheletro), partito dagli Stati Uniti e destinato alla zona di Bari.

In tutti e tre i casi, il materiale è stato sequestrato e i destinatari denunciati alla Procura.

Da evidenziare che le specie sono protette dalla convenzione di Washington che regolamenta il commercio internazionale di specie animali e vegetali.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.