Busto, arrestato rapinatore seriale

In manette, un venticinquenne. Cinque colpi in poche settimane. Al lavoro i Carabinieri

Arrestato il rapinatore seriale di Busto Arsizio. Una delle sue vittime  – colpita con calci e pugni – era perfino finita in ospedale. Il malvivente, terrorizzava ormai cittadini e commercianti del centro.

 

L’uomo, venticinquenne e che dovrà rispondere di cinque rapine, una tentata estorsione, un tentato furto e lesioni personali, agiva in modo spregiudicato e nella maggior parte dei casi adescava le proprie vittime in Stazione, dove chiedeva gentilmente il telefono in prestito per fare una chiamata. Il telefono, ovviamente, non veniva più restituito e spesso i derubati venivano anche malmenati.

 

In altri casi, il rapinatore (con l’aiuto di alcuni complici), approfittando della buona fede delle vittime, si rendeva disponibile per dare indicazioni e, una volta accompagnati in zone più isolate della città, li rapinava del cellulare e del portafoglio, picchiandoli violentemente con calci e pugni.

 

In un caso, nei primi giorni del mese di febbraio, una giovane vittima di nazionalità peruviana, a causa delle lesioni subite, è stata costretta a recarsi in ospedale, dal quale è stata dimessa con una prognosi superiore ai venti giorni. 

 

Altrettanta violenza è stata usata nei confronti di un ragazzo di 18 anni a cui il rapinatore aveva offerto un passaggio. Nel tragitto, dopo essersi fermato, il malvivente lo ha derubato dei suoi effetti personali per poi spingerlo violentemente per terra, prima di darsi alla fuga.

 

Il 25 enne si è poi spostato in centro: in un negozio ha tentato di rubare alcuni costosi capi di abbigliamento griffati. In un supermercato, ha invece rubato una borsa –  l’ha riempita con diversi prodotti e ha aggredito e picchiato il vigilantes che aveva cercato di fermarlo, ripreso dalle immagini del circuito di videosorveglianza.

 

Le indagini dei Carabinieri hanno permesso di individuare l’autore grazie alle descrizioni fornite dai testimoni e dalle visioni delle numerose telecamere pubbliche e private.  Il giovane rapinatore, già in carcere, è a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.