“Datemi dei soldi, o vi brucio l’edicola”

La polizia ha arrestato per estorsione una donna di 42 anni: aveva spillato soldi e ripetutamente minacciato i titolari di una rivendita già colpita dai ladri

Aveva scambiato l’edicola per un bancomat ed era pronta alle minacce più brutali la donna di 42 anni arrestata dalla Polizia di Busto Arsizio e attualmente rinchiusa nel carcere femminile di Como.

I fatti risalgono a metà Marzo, quando i gestori di un’edicola-cartoleria avevano avuto un’amara sorpresa: nottetempo, dei ladri erano entrati in negozio rubando denaro, merce in vendita, biglietti dell’autobus e un PC portatile.
Pochi giorni dopo, ecco spuntare la 42nne che, affermando non solo di conoscere l’identità del ladro e di potere far loro riavere il maltolto, ma anche di poter garantire che l’attività non avrebbe più subito razzie o danneggiamenti, chiedeva del denaro. Richiesta che gli edicolanti, turbati, assecondavano dando alla donna poche decine di euro.
L’indomani, stessa scena, con nuove richieste di denaro. Al rifiuto dei titolati, i quali minacciavano di avvertire il Commissariato, la donna annunciava che avrebbe fatto bruciare il negozio. Poi, passati pochi giorni e informata dell’avvenuta segnalazione alle autorità, la malfattrice prometteva che avrebbe dati fuoco al negozio e tagliato loro la gola, se non avessero ritirato la denuncia. 
Da qui, l’accusa di estorsione, che ha portato la 42nne dietro le sbarre. Per la cronaca, gli agenti l’hanno rintracciata nei pressi della stazione. Abitava in loco.

Ricevi notifiche in tempo reale sul tuo dispositivo. Riceverai 1 notifica al giorno con la notizia di punta.